Lady Gaga, fenomeno musicale, culturale o estetico?

Lo devo ammettere: qualche mese fa sulla bacheca di Fb avevo scritto che a me Lady Gaga non piaceva – lo avevo scritto in maniera più colorita, ma ironica per giocare con il suo cognome. Su: un po’ di fantasia -. Dopo però aver visto il video Paparazzi, Bad Romance e soprattutto Telephone, ho cambiato idea. Lady Gaga è un genio. Della nostra epoca, beninteso, dove niente si inventa e tutto si reinterpreta in chiave post moderna. Ma Gaga è veramente fenomenale perché in un’epoca dove la saturazione dei segni e dei significati sembra avviarsi verso l’implosione, lei è riuscira, in maniera derridiana, a dimostrare che si poteva dire e fare ancora qualcosa, moltiplicando ancora una volta lo spazio di significazione attraverso i suoi video, spettacoli e soprattutto il suo corpo. Madonna è durata molto di più, qualcuno obietterà, ma rispetto a lei – alla stessa età. Gaga ha 24 anni – la Ciccone era una stracciarola disperata alla ricerca della fama. Gaga è una performer, all’altezza di altri artisti, solo che è difficile che le venga riconosciuto questo titolo perché non opera nel mondo dell’arte tout court, ma in quello delle canzonette. In realtà, queste rappresentano una facile colonna sonora alle sue perfomance. Geniali le lattine di Coca Cola nei capelli come bigodini in Telephone. Straordinaria l’espressione impassibile del volto, quasi annoiata, che lascia però intravedere dei lampi di ironia – nel finale di Bad Romance o in quello di Paparazzi. E sì: gli uomini fanno sempre una brutta fine. Come una vendicativa dark lady Gaga li ripaga con la loro stessa crudele moneta, citando film, video, cantanti. Del resto lei è veramente spanne sopra -. Per non parlare poi del suo rapporto con la merce. Gaga è osannata dal mondo della moda perchè usa il suo corpo come un mezzo di comunicazione, ma in realtà demistifica i prodotti, soprattutto quelli di lusso. Scarabocchia frasi in giapponese sulla sua Hermes, usa e getta ogni forma di montatura di occhiali glam alla faccia delle commesse che invece investirebbero il loro stipendio pur di averli e sentirsi un po’ trasgressive. Indossa abiti di grandi couturier, con mania di perfezionismo, ma senza affezionarsi, perchè sono solo un mezzo per raggiungere quell’ideale estetico che ha fatto di Gaga l’icona più conosciuta sul pianeta – al momento -. Con il suo atteggiamento statico, disilluso e disincantato Gaga mostra che le merci, come gli uomini, si cambiano senza nemmeno essere rottamati.

Fonte: Vivianamusumeciblog’s

Short URL: http://insidelife.mondoraro.org/?p=20526

Posted by on 1:00 pm. Filed under Celebrity Special. You can follow any responses to this entry through the RSS 2.0. You can leave a response or trackback to this entry

You must be logged in to post a comment Login

Photo Gallery

Legal&Disclaimer
Creative Commons License
This site is a part of C&M Network. C&M Network is licensed under a Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo 2.5 Italia License.Based on a work at www.mondoraro.org.Permissions beyond the scope of this license may be available at Legal&Disclaimer.